2022 © Handcrafted with love by the  Pixelgrade  Team

Il prossimo 2 settembre a Latina sarà presentato “Napule cò munno in carrozzella”


lo spettacolo Ideato da Sabrina Fardello si effettuerà presso il Circolo Cittadino di Latina

Dopo il positivo riscontro di pubblico dell’anno scorso, con “liricando sotto le stelle” la Prof.ssa Sabrina Fardello ripropone anche quest’anno il suo spettacolo, con la specificità “Napule co’ munno in carrozzella”. Il recital si effettuerà più o meno nello stesso periodo del precedente anno presso il Circolo Cittadino “Sante Palumbo” di Latina. Sono ormai svariate stagioni che Sabrina Fardello stupisce il pubblico con i suoi spettacoli, che hanno il giusto cocktail di eleganza, ironia, bellezza e buona musica. Quest’anno nell’ambito della sua rappresentazione artistica, Sabrina ha inteso inserire un originale e indimenticabile sistema di trasporto, adeguato all’esigenza di far conoscere ai turisti le meraviglie delle grandi città italiane: la carrozzella. La carrozzella o carrozza normalmente aperta, era costituita da un sistema a 4 ruote, di solito trainata da un cavallo. Questo antico mezzo di trasporto dal momento che si riconosce nella tradizione italiana del centro sud, è stato spesso inserito dai registi cinematografici in pellicole del neorealismo italiano. Lo spettacolo sarà condotto dalla presentatrice e modella di Latina Celeste Silvestro. Sabrina Fardello l’abbiamo incontrata per conoscere più da vicino le caratteristiche di questo suo nuovo spettacolo.

Sabrina il prossimo due settembre sarai nuovamente in scena presso il teatro del Circolo Cittadino. Sarà una nuova sfida entusiasmante per te vero?

A tale proposito vorrei ringraziare il Presidente del Circolo Alfredo De Santis, così come sono grata anche a Pio Maria Franco, responsabile Sala del Circolo Cittadino che è anche il padre del mio caro pianista Nicola Franco. Quest’anno l’evento ha avuto il Patrocinio del Comune di Latina, quindi probabilmente ci sarà la gradita presenza in sala, anche del Sindaco che è stato invitato, insieme a qualche Assessore. Inoltre grazie alla presenza di Eusebio Consoli, tramite il Patrocinio dell’Ambasciata Peruviana in Italia, abbiamo ricevuto l’autorizzazione alla presenza di un Funzionario Diplomatico Peruviano. Sono stati invitati all’evento, inoltre, diversi giornalisti che vivono nella zona pontina. Anche quest’anno ho voluto ripetere il concerto in compagnia del grande tenore napoletano Francesco Malapena. La novità di quest’anno è rappresentata dalla presenza di un altro tenore Eusebio Consoli di origine peruviana, il quale essendo residente a Latina da diversi anni, ha ormai la cittadinanza italiana. Per quanto riguarda le mie figlie, le considero fondamentali nel progetto artistico. L’evento lo presenterà mia figlia Celeste Silvestro, come nelle precedenti edizioni, una presenza la sua che è un mix di bellezza ed eleganza, mentre l’altra mia figlia Ilaria Silvestro si è rivelata preziosa ugualmente, collaborando all’organizzazione.

Quest’anno lo show “Liricando sotto le stelle”, presenta “Napoli con il mondo in carrozzella”. Qual’è la specificità?

Questo titolo l’ho scelto io immaginando di trasportare il pubblico metaforicamente in carrozzella. Un tempo le carrozzelle erano famose a Napoli, venivano trainate dai cavalli e giravano tutta la città trasportando le persone. Il tutto era un connubio di stile e signorilità. In alcuni angoli di città del centro sud, restano ancora alcuni esemplari immodificabili nel tempo. La Presentatrice Celeste Silvestro, pertanto, inviterà il pubblico a salire in carrozzella, per ascoltare celebri brani napoletani e trasportarlo in varie tappe di diversi paesi nel mondo. Così in ogni sosta, si ascolterà un brano musicale che rappresenterà la zona. LO spettacolo è strutturato in modo che quando si eseguirà un brano in spagnolo, il pubblico si immaginerà di arrivare in Spagna e altrettanto quando si eseguiranno alcuni brani in francese, nell’immaginazione collettiva si avrà l’impressione di essere in Francia e via dicendo.

Indubbiamente uno spettacolo ben strutturato, ma come riesci ad avere queste fantasie che poi realizzi?

Una sera che mi sentivo particolarmente ispirata, ho pensato alla carrozzella per il mio spettacolo, come avrei potuto altrimenti collegare un brano napoletano con il valzer? Dopo aver studiato brani musicali in lingua spagnola e in lingua francese come le famose canzoni di Edith Piaf ed altre, esisteva il problema di collegare fra loro questi celebri pezzi musicali. La mia intuizione è stata quella di intuire che l’unico modo di far viaggiare il pubblico in diversi itinerari, si poteva effettuare solo attraverso la carrozzella. La prima tappa dopo Napoli sarà Sezze, la rinomata località dei Monti Lepini. Anche se questo appare singolare, la vera motivazione è che tra noi c’è una poetessa che risiede a Sezze, Lucia Fusco. Questa scrittrice ha scritto un libro molto interessante dal titolo “ Come acqua Amara”, così, in scena, entreranno delle bravissime attrici che declameranno una poesia del libro in lingua sezzese. Dalla prima tappa, il virtuale percorso proseguirà per giungere fino all’ultima sosta che sarà una sorpresa in quanto,il grande tenore Francesco Malapena, chiuderà lo spettacolo, in modo inatteso che non posso svelare per non rovinare quel magico momento.

Sabrina puoi rivelare ai lettori quali brani canterai?

Ci sarà l’indimenticabile pezzo musicale “Te voglio bene assaje” così come “Besame mucho” in cui duetterò con Eusebio Consoli. Questo bravo artista,interpreterà inoltre, alcuni celebri brani di Edith Piaf e tra questi la Vie en Rose. In scena saranno presenti dei ballerini che eseguiranno dei passi di danza accompagnando le canzoni che gli artisti canteranno tutti insieme. La vera sorpresa sarà l’esibizione di una coppia di ballerini (insegnanti di una nota scuola di ballo di Latina, “Magia Dance”), che danzeranno il valzer al ritmo delle note musicali eseguita dal maestro musicista Franco Nicola.

Vuoi dire qualcosa riguardo gli altri interpreti che prenderanno parte allo show?

Il tenore Eusebio Consoli quest’anno duetterà con me in alcuni brani napoletani e spagnoli, poi canterà qualche pezzo tra i suoi cavalli di battaglia. Lo spettacolo si pregia di ospitare anche un tenore di livello internazionale, Francesco Malapena, che eseguirà alcuni tra i suoi celebri brani in lingua napoletana. Vorrei precisare che dai miei spettacoli, non mi interessa tanto l’aspetto economico (sebbene faccia comodo), quanto piuttosto presentare uno spettacolo elegante e di classe. Sono lieta di avere tra noi la scrittrice Lucia Fusco così come la presenza di attrici che reciteranno un brano del suo libro. Con il nostro spettacolo, intendiamo fare spettacolo e cultura a 360 gradi, abbinando il bel canto alla scrittura.

Rispetto alla Sabrina Fardello di qualche anno fa, ritieni di aver acquisito una maggiore consapevolezza nelle tue capacità?

Certo, mi sento maturata,così affronto l’impegno con serietà, dove ogni aspetto è curato nei particolari.
Per tutto l’anno ho studiato, ci siamo allenati ed esercitati con il tenore Eusebio Consoli e il maestro pianista Nicola Franco. La fantasia non mi manca, la tenacia nemmeno, per cui gli spettacoli che presento provengono tutti come si suol dire “ dalla farina del mio sacco”, partendo dalla locandina, alla pubblicità, alla scenografia, all’allestimento dei costumi di scena. Quindi cerco di impegnarmi in diversi aspetti e mi considero “una tuttofare”, per fortuna ho due figlie che, oltre ad essere belle ed eleganti, sono capaci di collaborare con me. La speranza è che anche quest’anno ci sia il riscontro di pubblico che si è avuto l’anno scorso-
In bocca al lupo allora Sabrina Fardello.

Rino R. Sortino


Lascia un commento