2022 © Handcrafted with love by the  Pixelgrade  Team

ELEONORA DI COCCO “THE PRINCESS OF MAGIC” (ARCHIVIO 2013)


Ciascuno di noi prima di guardare il mondo con gli occhi disincantati dell’adulto ha osservato tutto ciò che accadeva intorno a se con gli occhi ingenui e sorpresi di un bambino. Con il passare del tempo questa capacità di incantarsi e meravigliarsi scompare e lascia il posto alla realtà della quotidianità. In tal senso la figura dell’illusionista per le caratteristiche della sua arte spettacolare ci riporta a quella capacità di meraviglia che è tipica di un bambino; se poi questi spettacoli sono creati da una donna che fa oggi grandi illusioni ma che ha fatto nella sua carriera ventennale spettacoli di prestigio ispirandosi a giochi di abilità, fachiri e mentalisti, allora siamo certi che stiamo raccontando una storia diversa quella di una grande professionista nell’ambito della magia.

Lei si chiama Eleonora di Cocco, nome d’arte “The Princess of Magic”

Come hai iniziato?

Fin da bambina, all’età di 5 anni, organizzavo spettacoli nel condominio e costringevo a comprare per cento lire il biglietto del mio piccolo spettacolo, già da allora muovevo i primi passi verso quella che sarebbe stata la mia professione, anche se ancora non sapevo cosa avrei fatto nel futuro, con la crescita in seguito, ho incontrato la magia.

Quando hai incontrato la magia?

Dal momento che collaboravo con un prestigiatore per circa due anni, mi sono avvicinata a questo mondo, poi quando lui ha cambiato vita, io e l’altra collega ci siamo ritrovate sole ma con la stessa passione. Insieme abbiamo deciso di continuare con un duo, il nostro primo debutto è stato una delusione perché non eravamo ancora pronte, in seguito nel 1997 abbiamo vinto il Campionato Italiano a San Marino di Castroza, quel traguardo ci ha maturate e abbiamo affrontato in modo professionale il mondo della magia. Con la mia collaboratrice ho lavorato 11 anni, poi ho fatto una scelta più specifica nell’ambito della magia perché esistono diverse specialità, ma sentivo e sento di essere portata sulle “grandi illusioni”.

Una scelta molto coraggiosa per una donna lavorare sulle grandi illusioni, come si è evoluta la tua carriera, dopo questa scelta?

Lavorando sulle grandi illusioni ho iniziato a viaggiare moltissimo, nel 2004 ho avuto il privilegio di rappresentare l’Italia in America al Magic Castle a Hollywood, (il più importante Teatro di Magia) facendo ben 3 spettacoli al giorno, poi sono stata al Lidò di Parigi e nella trasmissione televisiva Paris Premier.

In uno spettacolo firmato Eleonora Princess of Magic, cosa non può mancare?

I miei spettacoli sono ricchi di scenografie, ricordano l’atmosfera circense e sono famosi anche per questo, poi le trasformazioni con i miei abiti sono parte essenziale dei miei spettacoli, gli abiti sono pieni di paiette, brillantini sono dei veri e propri gioielli, ricchi di luce, credo di essere stata in un’altra vita una gazza ladra, adoro tutto ciò che brilla.

Qual è il maestro a cui fai riferimento o quello che ti sta a cuore nel panorama degli illusionisti?

Indubbiamente David Copperfield e Hanz Clocck.

Quando pensi ad un nuovo numero come trovi la tua ispirazione?

La mia ispirazione nasce dalla musica, la musica mi fa creare la magia e la magia è dentro la musica.

Ultimamente stai lavorando su un nuovo spettacolo?

Da qualche anno ho in scena lo spettacolo GRISBY. È stato in giro per l’Italia ed a Roma siamo stati al Teatro Salone Margherita (Il Bagaglino). Lo spettacolo è sempre in continuo aggiornamento. Ora a novembre inizieremo la nuova tournèe con la versione aggiornata.

Dopo queste informazioni, cara Eleonora, sarò in prima fila al prossimo spettacolo e pensandolo, già mi vengono i brividi.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Fare spettacoli tutti i giorni, farli soprattutto in Italia, potrei lasciare la mia terra per mete lontane, potrei illudere, sorprendere e divertire ma non trovo un’emozione più grande nel farlo in Italia. Andare via non è mai stato una mia scelta.

 Da donna sono molto felice di aver intervistato una professionista che con coraggio e determinazione si è affermata in un mondo professionale prettamente maschile. Del resto la femminilità è un elemento importante negli spettacoli firmati “Eleonora Princess of Magic”, perché dona classe e stupore. Grazie ad Eleonora possiamo continuare a sognare e guardare al mondo con più fiducia.

 

Sabrina Silvana Orrico

 

 

 


Lascia un commento