2022 © Handcrafted with love by the  Pixelgrade  Team

Un sogno da favola


Due giorni fa mi sono immersa nel bosco dei pensieri lontani. Spesso mi lascio andare tra le braccia della magia, che si è persa e piange forte dentro il nostro cuore, per farsi ritrovare. Quel giorno ho pianto così tanto che ho nuotato tra un pensiero e un altro.
E così il mio giardino all’ improviso ha preso vita. Ogni piantina, erba, gli alberi e la terra che li sosteneva, si muovevano e mi sorridevano.
Loro, gli uccellini, sono arrivati fischiando in una gioiosa melodia. Mi sono messa a ballare, guardando con ammirazione tutto ciò che stava accadendo.
Ad un tratto chiudo gli occhi e ho paura di aprirli perché non voglio che la magia sfumi con il vento, portando via l’amore, la purezza e soprattutto l’innocenza persa nel tempo.
Sapete, accettare il tempo che scorre e cambia è giusto…ma lasciare andare il bello del romanticismo e la magia dei sogni no, proprio no.
Dentro di me c’è il príncipe, con il cavallo bianco, che va alla ricerca della principessa. Lei con i suoi occhi pieni d’amore, un vestito indescrivibile per quanto è bello. Non è stato cucito perché Ada, la madrina, con la sua bacchetta piena di stelline brillanti ha fatto la magia.
Nel mio cuore ci sono gli animali che prendono vita e parlano. Sono davvero simpatici, soprattutto perché hanno una saggezza sconvolgente.
Con grande affetto tengo strettamente i libri che appartengono a un mondo che fu e che prese vita quando un bel giorno si accese in te la traccia dei sogni magici, che ti facevano commuovere e desiderare di esserci dentro.
Grazie mille a tutti i racconti e films che guardavo da bambina e tutt’ora guardo con grande entusiasmo.
Sapete, ho aperto gli occhi a tutto ciò che era lì intorno a me, ed è successa una cosa straordinaria. Però ve la racconterò dopo. Nel frattempo vi invito a cercare la traccia di quella magia che vi accompagna ogni giorno.
Gisela Josefina López

Lascia un commento