2022 © Handcrafted with love by the  Pixelgrade  Team

Commento alla 1/a giornata del campionato di calcio di Serie A


Ritorna il campionato di calcio di Serie A, il più importante passatempo degli  italiani. La campagna acquisti trasferimenti  è ancora in atto,  sono arrivati importanti calciatori e tutte le squadre pensano di essersi rinforzate. Sarà solo la prova del campo a certificare  la bontà o meno di  tali scelte.  Il precampionato ha lasciato molti punti interrogativi  anche perché molte  formazioni partecipanti alla nostra Serie A avendo  iniziato tardi la preparazione e al cospetto di altri team di rango europeo, avevano lasciato alquanto a desiderare. Osservando i risultati della prima di campionato,  si è notato  per la prima volta nella storia della Serie A,  che le prime otto squadre della scorsa stagione (Milan, Inter, Napoli, Juventus, Lazio, Roma, Fiorentina e Atalanta), hanno tutte vinto al debutto. Ma se da un lato questo certifica la continuità delle otto big nel nuovo campionato 2022 2023, c’è la conferma che le altre formazioni possono metterci solo tanto impegno in una sfida impari con una squadra blasonata. Altra sorpresa di giornata è che non ci sono stati pareggi, nessuna “X” in schedina, non succedeva da 51 anni, cinque vittorie delle squadre di casa e altrettante di quelle in trasferta . Con la vittoria della Juventus sul Sassuolo per 3-0, si è conclusa la prima giornata della stagione 2022/2023.  Protagonista della serata  è stato Angel  Di Maria centrocampista argentino di grande esperienza  prelevato  recentemente dal Paris S.G.. Di Maria  non ha avuto difficoltà a dimostrare la sua grande classe  e i  suoi assist illuminanti. Al 26′  Angel  realizza  la prima rete con una conclusione sporca al volo che supera il portiere  Consigli, poi prima della chiusura del tempo, Vlahovic    firma il 2-0 al 43′ su calcio di rigore.  E’ il suo 13° rigore trasformato su 14 calciati in Serie A.  Nella ripresa arriva anche il   tris sempre di Vlahovic,  anche questa volta servito da Di Maria. Il  Milan batte Udinese 4-2 (2-2) nell’anticipo della 1/a giornata del campionato di calcio di Serie A  2022/23  disputato sul terreno dello stadio Giuseppe Meazza di Milano Il Milan con lo scudetto sul petto davanti a oltre 70mila tifosi arrivati a San Siro, subisce subito  la rete dall’Udinese. I rossoneri però non si abbattono, ribaltano il risultato  e tornano avanti dopo il nuovo pareggio dei friulani. I rossoneri  chiudono la partita con un poker in cui c’è la firma di  Rebic (autore di una doppietta nel definitivo 4-2). La prestazione  dimostra come gli uomini di Pioli siano ancora tra le squadre da battere,  in quanto la loro tranquillità è quella  tipica della grande squadra. che non si scompone mai. Inizio di stagione emozionante per  i cugini nerazzurri milanesi, la pazza Inter non si smentisce mai,    Lukaku  al ritorno  in nerazzurro dopo la sua cessione l’anno scorso al  Chelsea , sigla subito il  gol al 2” e conferma quanto sia importante la sua presenza.  Ma il Lecce è indomito, Ceesay pareggia per i giallorossi con un diagonale al 48′,e a quel punto  ritornano in mente tutte  le fragilità difensive dei milanesi palesate in estate.  Nel finale dell’incontro decisiva è stata la prestazione di  Dumfries,  laterale difensivo con il fiuto del gol.  Subentrato nel corso del secondo tempo, prima colpisce un palo, poi irrompe in area di rigore al 95′ e regala la vittoria alla sua squadra.  La Roma può  esibire in questo campionato una serie di campioni:  Dybala  Pellegrini, Zaniolo e Abraham invece a  regalargli  la vittoria contro la Salernitana  non è stata una delle quattro stelle, ma  un umile gregario: Bryan Cristante- La rete vittoria il centrocampista giallorosso l’ha ottenuta  al 33’ dopo la respinta sul tiro di Abraham,  con un  tiro preciso  da fuori area Bryan sorprende Sepe e porta in vantaggio i giallorossi. Le tante occasioni create, ma non concretizzate, fanno comunque ben sperare nel prossimo futuro  della Roma calcio.  Alla Lazio è’ bastato un lampo, un guizzo da attaccante di razza qual’ è Ciro Immobile a pochi minuti dal novantesimo, per decidere la partita d’esordio contro il Bologna. Quello realizzato contro l’Atalanta nell’agosto del 2016, all’esordio assoluto con la maglia della Lazio, era stato  il primo dei 183 gol che Immobile ha realizzato in sei anni in maglia biancoceleste. Scavalcata la leggenda Silvio Piola, Immobile è il miglior marcatore della storia della Lazio, club che lo ha rilanciato dopo le esperienze poco felici a Dortmund e Siviglia. Il campionato del Napoli, inizia nel migliore dei modi con  una vittoria travolgente all’esordio. Cinque sono stati i gol al Verona che ne realizzati due, ma quella che va evidenziata è soprattutto la prestazione di qualità e personalità della squadra.  I realizzatori del Napoli sono stati  Kvaratskhelia, Osimhen, Zielinski Lobotka e Politano, ma la società azzurra è un cantiere ancora aperto in quanto sono in arrivo altri rinforzi.

Gli altri risultati della giornata sono stati     Sampdoria Atalanta 0-2     Monza-Torino 1-2                        Fiorentina-Cremonese 3-2       Spezia Empoli 1-0

 

Rino R. Sortino


Lascia un commento