2023 © Handcrafted with love by the  Pixelgrade  Team

Francesca Anastasi a Piazza Navona con il suo “Shooting Show”


Una Piazza Navona gremita di folla si è immobilizzata per ammitare  lo “shooting show”   di Francesca Anastasi la celebre stilista sempre in primo piano per le sue iniziative.
Ieri al tramonto, la stilista ed influencer è stata immortalata da tre fotografi Claudio Martone il fotografo ufficiale, Laura di Carlo e Pierluigi Barbieri in uno show, dove si lasciava trasportare dal “Carosello” in un vorticoso giro che ha fatto colpito l’attenzione di tutti.  Le foto sono state effettuate nella “ storica giostra”  opera della  famiglia Panizza datata 1896,  un luogo di grande attrazione che ogni Natale fa sognare grandi e piccini.
Nella piazza affollata di persone a causa delle festività, Francesca ha rubato l’attenzione di tutti i passanti  che non hanno perso l’occasione di fotografarla.  Francesca Anastasi  per l’occasione era avvolta in un abito rosa con mille  balze  creato dalla bravissima stilista Patrizia Paioletti. Un’altra attrazione che ha fatto impazzire le signore presenti  è stata la  borsa luminosa, ideata dalla stessa Francesca Anastasi che questa estate ammireremo sulle passerelle, tutto impreziosita di bellissimi gioielli esclusivi lavorati a mano in oro 18 kit provenienti  da Poligamo a mare (Bari) denominati “il sogno di Siriah”. Paolo Demofonti in arte “jean Paul” è il bravissimo parrucchiere VIP hair stylist che lavora in tre sedi a Roma  (che collabora anche al trucco fotografico di Cinecittà Make up). Paolo entro breve  lo vedremo in tv con un suo personale progetto.  Nello staff  era presente come in ogni evento di  Francesca Anastasi il suo ufficio stampa, Giò Di Giorgio che tratta la gestione stampa e le publiche relazioni.  Nell’occasione si ringrazia per il cambio d’ abito effettuato, la sede della cultura Brasil-Italia con sede piazza Navona. Francesca Anastasi  entro breve  sarà protagonista di un altro importante e coinvolgente progetto che lascerà tutti senza fiato.
Rino  R. Sortino

Lascia un commento